Ha aggredito i passanti e il personale Atac. In manette è finito A.J. un 29enne di nazionalità nigeriana, che è stato arrestato dalla Polizia di Stato e portato in Commissariato. Poi, ha preso a calci e pugni tutto ciò che aveva intorno, distruggendo una cabina telefonica e una macchinetta distributrice automatica di biglietti. L'episodio di violenza è accaduto vicino piazza Sandro Ciotti, nei pressi della fermata Saxa Rubra. Secondo le informazioni apprese l'uomo stava girovagando in strada, forse ubriaco. Poi, completamente fuori controllo, ha aggredito alcuni passanti. Ada assistere alla scena un dipendente Atac  e un carabiniere libero dal servizio che sono intervenuti per cercare di sedare l'aggressione e per tentare di bloccare l'uomo. Nel tentativo di fermarlo, entrambi sono rimasti feriti. Nel frattempo i due hanno richiesto l'intervento delle forze dell'ordine. Ricevuta la chiamata d'emergenza, sul posto sono intervenuti gli agenti della Polizia di Stato che hanno bloccato l'aggressore. A quel punto, l'uomo ha cercato di divincolarsi e ha aggredito anche loro, mentre i poliziotti lo stavano facendo salire sui sedili posteriori a bordo della volante.

Aggressore arrestato

Insieme alle forze dell'ordine sono arrivati i paramedici del personale sanitario del 118 che hanno soccorso il dipendente Atac raggiunto dai colpi. Anche l'aggressore ventinovenne ha ricevuto le cure dei sanitari a seguito delle ferite riportate nella colluttazione. Il responsabile del gesto è stato prima trasportato in ospedale, dov'è stato sottoposto ad alcuni accertamenti medici. Poi è stato arrestato, dovrà rispondere dei reati di resistenza e lesioni a Pubblico ufficiale e danneggiamento aggravato.