Immagine di repertorio (Fonte la Presse)
in foto: Immagine di repertorio (Fonte la Presse)

La Procura Roma procede per istigazione al suicidio a carico di ignoti sul caso della ragazza 17enne di origini australiane morta dopo una caduta dalla finestra al sesto piano di un palazzo in via Pomezia 44, nei pressi di piazza Re di Roma, quartiere Appio Latino. Secondo le informazioni apprese, la giovane nei mesi scorsi ha sporto una denuncia per violenza sessuale. L'accusa è attribuita a una persona incontrata per caso, nei confronti della quale, al momento in cui sono accaduti i tragici eventi, le forze dell'ordine stavano ancora indagando per cercare riscontri. La ragazza, che abitava a Roma con la famiglia, al momento dell'accaduto era nell'appartamento di un'amica di 19 anni che vive in affitto. Secondo le prime ricostruzioni dei fatti, sui quali stanno indagando gli agenti della Polizia di Stato, ieri sera, lunedì 11 febbraio, le due ragazze erano in casa, la 17enne si è chiusa in camera, poi, il dramma. L'amica, ascoltata dagli agenti, ha raccontato di essersi accorta di quanto accaduto solo quando ha sentito le sirene di ambulanza e forze dell'ordine, che intervenivano sotto all'edificio.

Cade dalla finestra di un palazzo: morta una 17enne

Sul posto, ricevuta la chiamata d'emergenza, è intervenuto il personale sanitario del 118 che l'ha soccorsa mentre si trovava riversa a terra in strada e l'ha trasportata in codice rosso all'ospedale San Giovanni di Roma, dove è arrivata in condizioni gravissime. La 17enne ha ricevuto le cure dei medici del nosocomio e ha lottato per diverse ore tra la vita e la morte, ma è deceduta durante la notte. A risultarle fatali le ferite e i traumi riportati a seguito della caduta: l'impatto con l'asfalto non le ha lasciato purtroppo scampo, data l'altezza della finestra rispetto alla strada. Sul posto, oltre alla polizia scientifica, che ha transennato la zona, che si è occupata dei rilievi e degli accertamenti di rito, sono intervenuti gli agenti della Polizia locale di Roma Capitale che hanno chiuso la strada per agevolare le operazioni di rimozione del corpo. La salma è stata messa a disposizione dell'Autorità Giudiziaria ed è stata disposta l'autopsia. I risultati degli esami serviranno a chiarire le dinamiche della morte.