Gabriele Orlandi, 36 anni, era il capitano che pilotava l’Eurofighter precipitato in mare durante l’air show dell’Aeronautica Militare a Terracina. Il suo corpo è stato ritrovato a un paio di ore dall’incidente. Orlandi, originario di Cesena, si è laureato nel 2006 all’università Federico II di Napoli in Scienze Aeronautiche. Sul suo profilo Linkedin si definisce "Esperimental test pilot" dal 2015 e pilota Gruppo 311 dell'Aeronautica italiana dal 2013.

Il capitano Orlandi si era addestrato con top gun di tutto il mondo con l’Us Air Force ed era uno sperimentatore-collaudatore: si trattava di un pilota esperto con una notevole carriera alle spalle. Orlandi aveva ottenuto la prima licenza da pilota militare nel 2008: si era arruolato nell’anno precedente. Poi aveva conseguito anche una seconda laurea alla ‘Cesare Alfieri’ di Firenze, in Scienze Politiche. L’ufficiale aveva prestato servizio nel X gruppo caccia dell’Aeronautica e poi al reparto sperimentale volo di Pratica di Mare, sul litorale della Capitale.

La dinamica dell'incidente di Terracina.

Secondo quanto spiega il ministero della Difesa attraverso una nota, durante l'esibizione, al termine di un loop, l'Eurofighter pilotato da Orlandi non è riuscito a riprendere quota, impattando violentemente sull'acqua: "Nonostante gli immediati soccorsi da parte della Capitaneria di Porto, presente sul posto, non c'è stato nulla da fare per il giovane pilota, che è deceduto al momento dell'impatto. La dinamica dell'incidente è ora sotto indagine da parte dei preposti organismi dell'Aeronautica militare".

La fidanzata assiste all'incidente: soccorsa per un malore.

La fidanzata del capitano era presente sul posto e ha assistito all’incidente che ha coinvolto Gabriele Orlandi. La sua compagna è stata soccorsa dal 118 dopo aver avuto un malore in seguito all’incidente avvenuto durante l’esibizione.