Il 25 febbraio Atac ha presentato il bando per l'assunzione di 200 nuovi autisti da mettere su Roma. Erano cinque anni che l'azienda non impiegava nuovi lavoratori e le domande arrivate infatti sono state moltissime: sono quasi 4mila le persone che hanno mandato il curriculum per partecipare al bando di selezione. Il termine per l'invio è scaduto l'8 marzo e in soli dodici giorni Atac ha ricevuto 3.853 candidature: solo 200 tra loro, però, saranno assunti dall'azienda di trasporti. Il contratto di assunzione prevede l'impiego a tempo determinato e chi passerà le graduatorie prenderà servizio in modo graduale a partire da giugno 2019. Il personale sarà scelto da un'agenzia scelta da Atac tramite bando pubblico: questo per garantire una maggiore trasparenza del processo di selezione.

Atac assume 200 nuovi autisti: le prove per la selezione

La prova di assunzione per i 200 autisti che saranno scelti da Atac consistono in test psico-attitudinali, passati i quali si determinerà la graduatoria per essere assunti dall'azienda. Anche questo secondo passaggio – oltre al primo della visione del curriculum – sarà condotto dall'agenzia esterna scelta da Atac. La graduatoria sarà pubblicata sul sito di Atac: i candidati, per essere definitivamente assunti, dovranno poi sostenere una prova di guida e una visita medica. "Il più che significativo numero di domande pervenute dimostra che c'è molta voglia di lavorare per Atac e questo ci fa grande piacere – ha detto Paolo Simioni, il presidente di Atac – Significa infatti che Atac finalmente viene percepita per quello che realmente è: una grande azienda che ha intrapreso la strada del risanamento e rilancio, che ora offre anche opportunità di lavoro. Con questo bando inauguriamo un diverso stile di gestione nella scelta del personale, in totale discontinuità con il passato, basato sulla trasparenza e la responsabilità. Siamo certi che tutti i lavoratori Atac, sia quelli presenti che futuri, condividono questi valori".