Ettore Francesco Sequi – Valentina Pizzale
in foto: Ettore Francesco Sequi – Valentina Pizzale

Valentina Pizzale, sedicente sceneggiatrice Rai, è stata arrestata per insistenti e reiterati atti persecutori nei confronti del capo di gabinetto del Ministero degli Esteri e ambasciatore italiano in Cina, Ettore Francesco Sequi. La donna si è provata a difendere dalle accuse di stalking raccontando al gip Wilma Passamonti che i loro litigi erano quelli tipici di una coppia. A smentire la donna, però, ci sarebbero alcune mail spedite alla Farnesina e alcuni messaggi, come questo pubblicato dal Corriere della Sera: "Vengo lì e butto giù l'ambasciata". Lei ha provato a ribattere: "Mi aveva fatto arrabbiare". Ma in altri messaggi inviati a Sequi Pizzale dice anche: "Bastardo, ti rovino! Mi hai illuso, sei una m…".  Per la donna significano solamente che la relazione era ancora in corso e lei era soltanto arrabbiata per il comportamento del partner. A supporto di questa tesi il suo legale ha portato screenshot, tabulati telefonici, chiamate, indizi che la relazione era ancora in piedi ben oltre il 2017. "Altro che perseguitato, lui era geloso di me. Voleva che tornassi da lui. Per il mio compleanno mi ha mandato fiori, un'altra volta mi è venuto a trovare in albergo".

Si definiva sceneggiatrice, la Rai ha smentito

Pizzale si definiva una sceneggiatrice Rai, ma l'azienda ha precisato che la donna "non è titolare di un rapporto di lavoro stabile con l'azienda. In passato ha svolto collaborazioni saltuarie e limitate al ruolo di claquer e non di sceneggiatrice. Dal gennaio 2019 non ha più alcun tipo di collaborazione con Rai".

La versione di Valentina Pizzale resa nota dagli avvocati

In relazione alle notizie divulgate dai mass media riguardanti i fatti tra la Sig.ra Pizzale ed il Dott. Sequi, si rende necessario precisare quanto segue.

La Sig.ra Pizzale non ha commesso il reato di atti persecutori che le viene contestato. I fatti sono profondamente differenti da quelli che sono stati raccontati dall’ex ambasciatore Sequi (oggi capo di gabinetto del Ministero degli Esteri) e verrà provata la sua innocenza in corso di causa.

Sono state depositate in tribunale numerose pagine contenenti messaggi e telefonate fatte dal dott. Sequi alla Sig.ra Pizzale che dimostrano come l’ambasciatore non sia mai stato una vittima di Stalking.

La denuncia è di settembre 2018 e il Dott. Sequi sostiene che i fatti criminosi siano cominciati da luglio 2017. In realtà (come provato documentalmente), i contatti tra il Dott. Sequi e la Sig.ra Pizzale sono continuati in modo normale fino alla data in cui quest’ultima ha avuto contezza di essere stata denunciata da lui (aprile/maggio 2019). Da quella data lei non ha più voluto aver alcun contatto con lui.

La Sig.ra Pizzale, sulla base della documentazione già depositata, non ha commesso alcun atto persecutorio nei confronti del Dott. Sequi.

Inoltre si vuole precisare che la Sig.ra Pizzale non è alle dipendenze né della Rai né di altra società televisiva. Lei ha collaborato e collabora con lo sceneggiatore Luca Biglione che a sua volta ha collaborato e collabora con numerose produzioni televisive.