Foto di repertorio
in foto: Foto di repertorio

Quella che poteva essere una vera tragedia si è conclusa a lieto fine, con un bambino di 11 anni che è stato salvato dopo aver rischiato di annegare in una piscina ad Aprilia. Tutto è cominciato ieri verso le 12, quando il piccolo era intento a nuotare in una piscina di un centro sportivo del posto, quando all'improvviso è scattato l'allarme. L'11enne, un ragazzo di origini indiane residente da anni ad Aprilia, si era tuffato in piscina senza più riemergere, tra gli occhi ignari degli altri bagnanti. L'intervento dei bagnini, messi in allerta dalle urla di un uomo, è stato salvifico per il piccolo, che è tornato in superficie dopo attimi di spavento per tutti. La persona che aveva lanciato l'allarme ha anche partecipato attivamente ai soccorsi, salvando insieme al personale della piscina la vita dell'11enne, trasportato in eliambulanza all'ospedale Bambin Gesù di Roma per i necessari accertamenti. Il piccolo non sembra essere in pericolo di vita, ma i sanitari stanno comunque effettuando alcuni esami per verificare se si siano registrati dei danni alle vie respiratorie.

Qualche giorno fa un altro bambino ha rischiato di annegare

I parenti del piccolo hanno potuto tirare un sospiro di sollievo dopo averlo visto uscire dall'acqua, con l'11enne che è tornato a respirare regolarmente dopo aver fatto fatica a riprendere fiato. Il ragazzo ha rischiato di annegare, esattamente come quanto accaduto qualche giorno fa a un bambino molto più giovane di lui. Un bimbo di 4 anni stava per perdere la vita a Torvaianica dopo essersi tuffato in piscina, con il piccolo che è stato trasportato al Policlinico Gemelli, mostrando uno stato di forte incoscienza. I bagnanti avevano assistito attoniti alla scena, con il personale a bordo piscina che è intervenuto per salvare la vita del piccolo, effettuando i primi interventi sanitari.