Proseguono fitte e serrate le indagini dei carabinieri di Aprilia, per arrivare a individuare gli uomini del commando che nella serata di Halloween ha freddato a colpi di pistola il 48enne Luca Palli, ucciso in mezzo alla strada in un agguato. Erano da poco passate le 19.00 di martedì 31 ottobre, quando l'operaio della Multiservizi del comune pontino, usciva da un bar in via Mazzini per essere raggiunto da quattro colpi di pistola uno dei quali lo ha centrato alla testa uccidendolo sul colpo.

Da quanto si apprende l'uomo era uscito dal locale, dove era solito intrattenersi con diversi amici, armato di una mazza da baseball. Provocato e attirato all'esterno per compiere una vera e propria esecuzione. Ancora poco chiara la dinamica dell'omicidio, anche per l'atteggiamento omertoso tenuto da alcuni dei testimoni.

Il 48enne lascia un figlio di 25 anni e una compagna con cui si sarebbe dovuto sposare a breve. Un passato turbolento, considerato vicino ad alcuni ambienti di spaccio di droga, ora si scava nel passato e nel presente di Palli per trovare chi ha deciso di assassinarlo e se l'omicidio sia da mettere in relazione alla criminalità organizzata, come la dinamica farebbe pensare