Si è presentato ieri in Procura Antonio Sorgentone, il vincitore dell'edizione 2019 di Italia's Got Talent accusato di aver accoltellato l'amico Mirko Dettori al gluteo sinistro all’esterno dell’Ellington Club di via Anassimandro, al Pigneto. Sorgentone è stato irreperibile per 36 ore, dopodiché si è consegnato in Procura accompagnato dal suo avvocato: secondo quanto riportato da Il Corriere della Sera, sarebbe stato denunciato per lesioni personali aggravate ma a piede libero. Nessuna parola invece da Mirko Dettori, con il quale Sorgentone ha detto di essere rimasto amico e di aver già chiarito tutto quanto. "Chi mi conosce sà che non sono un tipo ‘litigioso' – ha scritto Sorgentone in un post su Facebook per spiegare l'accaduto – È stata una semplice lite tra amici durata 2 minuti scarsi, che si è scatenata per futili motivi all'interno di un locale della capitale a tarda notte. Ci tengo a precisare che non c'è stata nessuna fuga da parte mia, ma, come da prassi quando si scatena un parapiglia in un locale, ho ritenuto opportuno allontanarmi per far calmare le acque".

"Subito dopo l'accaduto, ho anche sentito Mirko per sincerarmi delle condizioni che ha assicurato di non aver riportato gravi danni – continua la nota – Mirko mi ha assicurato che da parte sua non c'era nessuna volontà di fare denuncia o sfruttare l'accaduto con i giornali… Per questo sono rimasto stupito per com'è stata gonfiata la notizia con i titoloni sui giornali che gridano addirittura all'accoltellamento o alla fuga. Chiedo scusa a tutti per l'accaduto, e grazie per i tanti messaggi che mi avete mandato diffidando da tali notizie. Consapevole di aver comunque sbagliato ma vi assicuro che la notizia è stata enormemente gonfiata dalle agenzie di stampa, tant'è che io e Mirko siamo rimasti amici".

La lite tra Sorgentone e Dettori sarebbe nata per vecchi dissidi legati a questioni sentimentali. Al culmine della lite il vincitore di Italia's Got Talent ha estratto un coltello a farfalla che teneva in tasca e lo ha affondato nel gluteo dell'amico. Poi, si è dato alla fuga. Dettori è stato medicato all'ospedale San Giovanni e ha ricevuto una prognosi di sette giorni. I poliziotti avevano già invitato Sorgentone a presentarsi nei loro uffici per spiegare l'accaduto e anche perché girasse con un coltello in tasca. L'uomo però, non si era mai fatto vivo in questi giorni: per questo gli agenti prima sono andati a cercarlo a casa, poi nei luoghi da lui frequentati. Infine, forse anche per evitare conseguenze più serie, Sorgentone si è presentato a piazzale Clodio.