È finito in manette con l'accusa di rapina un diciottenne che cinque mesi fa ha rapinato un minorenne con l'aiuto di un complice nella zona di La Storta a Roma. A bussare alla porta di casa della sua abitazione i carabinieri della Sezione Radiomobile della Compagnia Roma Cassia, per la notifica dell'ordinanza di custodia cautelare. Responsabile un romano appena maggiorenne finito nel carcere di Regina Coeli, che dovrà rispondere delle accuse a proprio carico davanti all'Autorità Giudiziaria. I fatti risalgono allo scorso gennaio, quando il diciottenne insieme a un suo coetaneo ha preso di mira un minorenne in strada, nel quadrante Nord della Capitale. Entrambi lo hanno accerchiatorubandogli il portafogli con i soldi che aveva con sé e tentando di sottrargli lo smartphone.

Estorce denaro a un ragazzo disabile: arrestato

Un cinquantasettenne romano, conosciuto come ‘il briaciola' è stato arrestato dagli agenti del Commissariato Colombo con l'accusa di aver approfittato di un ragazzo disabile, invalido al 100%, per estorcergli denaro. In pochi giorni gli ha portato via 10mila euro, minacciandolo anche con un coltello. Ieri i poliziotti gli hanno notificato la misura cautelare ed è stato posto agli arresti domiciliari con braccialetto elettronico. Una truffa che, secondo quanto emerso in sede d'indagine, andava avanti dallo corso gennaio, quando l'uomo ha avvicinato la vittima dicendogli di aver ricevuto da lui una banconota falsa e che se entrambi non volevano essere arrestati avrebbe dovuto pagare una multa ‘salata'. Successivamente cominciato a chiedere al giovane del denaro, presentandosi continuamente a casa sua e portando via banconote da 100 e 200 euro, andandolo a trovare anche di notte e minacciandolo di morte.