Foto dal blog "Odissea Quotidiana"
in foto: Foto dal blog "Odissea Quotidiana"

E il primo flambus del 2019 è servito. Si tratta di un autobus in servizio sulla linea 16, che serve la tratta tra i capolinea di via Giacomo Costamagna e via XX Settembre. È l'alba ed è ancora buio quando le fiamme avvolgono il mezzo in attesa di partire dal capolinea di via Costamagna. In pochi minuti l'incendio divora il mezzo e sul posto arrivano gli agenti della Polizia Locale che mettono in sicurezza l'area e i vigili del fuoco che, con l'ausilio di un'autobotte spengono il rogo. Quando i pompieri hanno finito il loro lavoro dell'autobus non rimaneche lo scheletro carbonizzato. Per fortuna non si registrano feriti: quando le fiamme si sono sviluppate, da quanto si apprende dalla parte posteriore del mezzo dove si trova il vano motore, a bordo non c'era nessuna se non il conducente che ha immediatamente dato l'allarme non riuscendo a domare l'incendio.

Il bus andato a fuoco inaugura la stagione 2019 che si spera non sia funestata dal fenomeno tutto romano: nel 2017 sono stati 22 e nel 2018 25 gli autobus ridotti in cenere. La vettura – da quanto reso noto da Atac che ha avviato un'indagine interna – è stata immatricolata nel 2006, con alle spalle più di 12 anni di servizio. Un parco auto vecchio, le difficoltà sul fronte della manutenzione, sono all'origine dei continui incendi di bus nella capitale: dietro non ci sarebbe nessun sabotaggio, come appurato anche da un'inchiesta della Procura sulle cause dei roghi. La giunta Raggi ha annunciato l'arrivo di nuovi bus per iniziare finalmente il rinnovamento del parco mezzi di Atac con l'arrivo di 200 bus, mentre la firma del concordato preventivo, dovrebbe consentire da Atac di riprendere i lavori di manutenzione in maniera adeguate.