Noemi Magni, morta a causa di una violenta tromba d’aria lo scorso 28 luglio
in foto: Noemi Magni, morta a causa di una violenta tromba d’aria lo scorso 28 luglio

La giunta del comune di Fiumicino ha approvato la delibera che dispone l'intitolazione della pista ciclabile di via Coccia di Morto a Noemi Magni, la ragazza uccisa lo scorso 28 luglio dalla tromba d'aria che si è abbattuta sulla località di Focene. "Riteniamo che sia il modo migliore per rendere omaggio pubblicamente alla memoria di questa giovane vita spezzata anzitempo. La morte di Noemi è stato un evento che ha scosso l’intera comunità cittadina, specialmente quella di Focene dove la ragazza viveva e lavorava insieme alla famiglia e dove era molto conosciuta e stimata da tutti", ha dichiarato il sindaco del comune dell'aeroporto, Esterino Montino.

Noemi Magni, travolta da una tromba d'aria lo scorso 28 luglio

Noemi Magni è morta nella notte tra sabato 27 e domenica 28 luglio. Era uscita per andare a comprare le sigarette, poi si è accorta dell'arrivo della tromba d'aria, ha cercato di scappare rifugiandosi all'interno della sua Smart, ma il vento era troppo forte. La vettura è stata postata e scaraventata con violenza contro il guard rail. Per Noemi, 27 anni non c'è stato nulla da fare. A trovarla è stato il papà, che ha tentato immediatamente di rianimarla con un defibrillatore a disposizione del suo stabilimento balneare, ma la giovane era già morta. Ha praticamente perso la vita sul colpo, dopo il violentissimo impatto contro il guard rail.