"Un Anello per domarli, un Anello per trovarli, un Anello per ghermirli e nel buio incatenarli". Tra le tante frasi iconiche nella storia del cinema e della letteratura c'è questa, tratta dalla "poesia dell'Anello" appartenente, appunto, alla trilogia de "Il Signore degli Anelli" di J.R.R. Tolkien. Un mondo magico, che ha fatto sognare intere generazioni di lettori e che tra qualche giorno si materializzerà a Viterbo, per un appuntamento imperdibile per tutti gli appassionati del genere letterario. La società Tolkieniana Italiana ha deciso di promuovere un'iniziativa nel Comune laziale, dove il 27 e il 28 giugno andrà in scena l'evento interamente dedicato a una delle saghe letterarie più famose di sempre. Il presidente della società Tolkeniana Ninni Dimichino ha espresso entusiasmo per l'iniziativa e per la sinergia con Viterbo: "Siamo venuti a vedere la città qualche mese fa e ne siamo rimasti letteralmente affascinati".

Cosa ci sarà all'evento dedicato al Signore degli Anelli a Viterbo

Il 27 e il 28 giugno saranno due giorni all'insegna del fascino del mondo fantasy, di rievocazioni medievali e di rappresentazioni tratte e ispirate dall'universo di Tolkien. Grazie al progetto "In viaggio verso Isengard" sarà possibile vivere gratuitamente l'atmosfera del "Signore degli Anelli" nel quartiere San Pellegrino, che per qualche giorno si trasformerà nella "Terra di Mezzo". Nei due giorni si terranno varie conferenze con molti esperti del settore, ai quali gli appassionati dell'epopea tolkieniana potranno rivolgere domande, dubbi e curiosità per capire a pieno l'universo di Frodo, Gandalf e Gollum. Non solo conferenze, ma anche vari stand di discussioni e di dibattito, dove i residenti e i visitatori potranno assistere all'esegesi e alla spiegazione degli scene principali dei film e della trilogia, come la battaglia del fosso di Helm e le bellissime citazioni del saggio Gandalf.