Annalisa Fochetti
in foto: Annalisa Fochetti

Dramma a Viterbo, dove una donna di 41 anni è stata trovata morta in casa. Secondo le informazioni apprese il corpo senza vita appartiene a Annalisa Fochetti, dipendente di Arpa, agenzia regionale per la protezione ambientale. In rinvenimento è avvenuto nella tarda mattinata di ieri, mercoledì 10 luglio all'interno della sua abitazione in via Torrevecchia, nei pressi di Porta Romana. A dare l'allarme i suoi colleghi che l'hanno chiamata al cellulare, non vedendola presentarsi al lavoro. Ma il telefono squillava a vuoto, nessuna risposta dall'altra parte. Preoccupati che le fosse accaduto qualcosa, hanno chiamato i carabinieri, indicandogli il suo indirizzo di casa. Sul posto, ricevuta la segnalazione, sono intervenuti i militari di Viterbo, i vigili del fuoco e il personale sanitario del 118. I pompieri hanno aperto un'accesso per entrare all'interno dell'abitazione. La scena che si sono trovati davanti è stata purtroppo drammatica: la donna era riversa a terra ormai priva di vita. Inutile l'intervento dei paramedici, non è stato possibile fare altro che constatarne il decesso.

Annalisa Fochetti trovata morta in casa a Viterbo

I militari si sono occupati di svolgere i rilievi scientifici, poi, la salma è stata trasferita in obitorio, per sottoporla ad alcuni esami. Poi, i suoi organi sono stati espiantati e donati, l'ultimo gesto d'amore, come da sua volontà. Le cause che hanno provocato la morte sono riconducibili a un malore improvviso, probabilmente un infarto. Annalisa abitava a Viterbo da tempo ma era originaria di Tolfa, piccolo Comune della provincia Nord di Roma in cui si conoscono tutti. Appresa la notizia la comunità è rimasta scossa per la scomparsa della donna e si è stretta intorno alla famiglia.