Un bimbo di 16 mesi è rimasto ustionato dall'acqua bollente contenuta in un pentolino. Momenti di paura per i genitori del piccolo a Montalto di Castro, Comune della provincia di Viterbo. L'episodio è accaduto ieri sera, martedì 13 agosto, in un'abitazione in via Arbea, proprio lungo la costa, dove la famiglia stava trascorrendo le vacanze. Era l'ora di cena quando la pentola sarebbe accidentalmente caduta dai fornelli sul bambino, sfuggito per un istante al controllo di mamma e papà. A dare l'allarme i genitori, che hanno chiamato aiuto, chiedendo l'intervento di un'ambulanza. Sul posto, ricevuta la telefonata d'emergenza, è intervenuto il personale sanitario del 118 che lo ha soccorso e trasportato in eliambulanza all'ospedale Bambin Gesù di Roma. Arrivato al pronto soccorso del nosocomio romano, il piccolo paziente è stato affidato alle cure necessarie al caso. Il bimbo ha riportato ustioni a una spalla e sulla pancia.

Latina, bimbo di 13 mesi ustionato con l'acqua bollente finisce in ospedale

L'ultimo episodio analogo riportato da Fanpage.it risale allo scorso giugno, quando un bimbo di 13 mesi residente a Latina è finito in ospedale, rimasto ustionato con l'acqua bollente. Il piccolo è arrivato al Santa Maria Goretti con ustioni di secondo grado su braccia, torace e volto. Date le gravi condizioni di salute, i medici hanno disposto il trasferimento all'ospedale Gemelli di Roma, dove il bimbo è arrivato in eliambulanza. Lo scorso aprile un bimbo di un anno e mezzo di Fermo, nelle Marche, ha raggiunto i fornelli e si è rovesciato addosso l'acqua bollente. Il piccolo ha riportato ustioni di secondo e terzo grado. I medici dell'ospedale Murri, dopo averlo medicato e trasferito nel reparto di pediatria, a seguito dell'aggravarsi delle sue condizioni di salute, hanno deciso per il trasferimento.