Papa Francesco
in foto: Papa Francesco

Visita a sorpresa di papa Francesco, oggi pomeriggio, alla CasAmica Onlus, una struttura di Trigoria che accoglie malati che devono ricevere cure ospedaliere continue, e alla comunità terapeutica riabilitativa Il Ponte e l'Albero, che si trova in uno dei "ponti" del quartiere Laurentino 38. Alle 15.30 il Pontefice è partito da Santa Marta accompagnato da mons. Rino Fisichella, capo dicastero per la Nuova Evangelizzazione, per effettuare le due visite alla periferia sud di Roma.

Alla CasAmica Onlus Francesco ha incontrato persone che versano in gravi difficoltà economiche e che non hanno risorse sufficienti per provvedere al sostentamento primario. Le strutture ospedaliere che assistono gli ospiti della struttura sono il Campus Biomedico, l'Istituto Nazionale dei Tumori Regina Elena e l'Ospedale Pediatrico Bambino Gesù. Il Pontefice, accompagnato dalla presidente dell'Associazione CasAmica Onlus, la dottoressa Lucia Cagnacci Vedani, ha ascoltato in particolare la storia di Achille e di Andrei, rispettivamente di 13 e 11 anni affetti da un grave tumore, ospiti nella struttura insieme ai loro genitori. e poi ancora quelle di Sandra e di Plamen, che vengono dalla Bulgaria, e quella di Arwa che arriva dal Marocco, bimbi con gravi malattie ematologiche. Nel corso del pomeriggio il Papa si è poi recato alla comunità terapeutica riabilitativa Il Ponte e l'Albero, che si trova in uno dei "ponti" del quartiere Laurentino 38. Nella struttura sono ospitati dodici ragazzi con disagio mentale. Mesi fa questi ultimi avevano scritto una lettera a Francesco raccontandogli le loro storie, le difficoltà che affrontano tutti i giorni, ma anche i loro sforzi nel proseguire le terapie insieme a medici e operatori. Il dottor Paolo Stievano, dirigente psicologo della struttura, ha spiegato le difficoltà dei ragazzi e di come la struttura sanitaria del Dipartimento di Salute Mentale della ASL Roma 2 riesce a farvi fronte e ad aiutare le famiglie. Il Pontefice ha donato ai ragazzi un grande panettone di 10 chili per le prossime feste natalizie.