Sono parole dure quelle della sindaca Virginia Raggi contro i turisti ‘privi di senso civico'. In occasione della presentazione del nuovo Regolamento di Polizia urbana ha annunciato che gli agenti saranno dotati di Pos per consentire agli stranieri in visita nella capitale di pagare immediatamente eventuali multe che gli saranno comminate. Questo non solo ovviamente per avere la certezza che la sanzione sia poi pagata, ma anche per fungere da deterrente nel caso di comportamenti poco corretti. "Rilancio la possibilità del pagamento delle sanzioni attraverso il Pos. Anche gli stranieri hanno la carta di credito e così possono immediatamente pagare le sanzioni", ha dichiarato la sindaca. "Nel frattempo ho scritto agli ambasciatori riferendo ciò che accade quando i loro concittadini tengono condotte vietate. Ho iniziato a informarli perché è giusto che venga resa nota questa norma, cioè che bisogna tenere un comportamento rispettoso. Faremo tornare un po' di senso civico anche ai turisti che vengono e pensano di poter fare ciò che vogliono. Siamo una città con le braccia aperte, ma chiediamo rispetto".

Il nuovo Regolamento di Polizia Urbana

È entrato in vigore ieri il nuovo Regolamento di Polizia Urbana: approvato al termine dell'Assemblea capitolina, ridisegna le norme comportamentali che non possono essere tenute nella capitale. Divieto di consumo e vendita di alcol in certe zone e in certe ore, divieto di bagno nelle fontane storiche di Roma, divieto di ‘attaccarsi' con la bocca ai nasoni. Ma anche di suonare strumenti musicali in strada, esporre nelle vetrine dei negozi oggetti che potrebbero urtare l'altrui sensibilità (articoli erotici in pole position) e trasportare trolley, passeggini e carrozzine sulle scalinate di interesse storico-artistico. Contro chi viola queste regole, è previsto un Daspo Urbano, misura inaugurata nella capitale già dal 2017.