I 38 nuovi autobus presi a noleggio da Atac
in foto: I 38 nuovi autobus presi a noleggio da Atac

I primi 38 nuovi autobus di Atac sono stati presentati oggi dall'azienda alla presenza della sindaca Virginia Raggi. I bus sono stati affittati per un massimo di 18 mesi dall'azienda Cialone Tour. A differenza di quelli più nuovi che si vedono per le strade di Roma, questi 38 saranno tutti bianchi e non rossi, quindi molto riconoscibili. Saranno in circolazione nello specifico 20 Mobi urbani da otto metri con due porte e 41 posti, otto bus da dodici metri e 82 posti e altri dieci autobus da dodici metri a tre porte con 103 posti complessivi. Tutti sono ad alimentazione Euro 6. Nei prossimi mesi è previsto l'arrivo di altri settanta bus usati, israeliani.  "Sono davvero contenta di presentare questi primi nuovi bus avevamo detto ai cittadini che avremmo risanato l'azienda e che questa sarebbe tornata a svolgere il servizio come deve essere. Questo e il modo in cui dimostriamo questo impegno", ha dichiarato la sindaca Raggi. I 38 bus saranno utilizzati, spiega Atac, principalmente negli stabilimenti Magliana, Grottarossa, Acilia, Tor Vergata e Portonaccio. Verranno impiegati in linee come la 870, la 115, la 029 e la 700, che servono importanti gli ospedali Bambin Gesù, Sant'Andrea e IFO, e la 52. "Importante investimento anche sulle vetture ‘corte' così da rafforzare collegamenti importanti come lo 029 o 115/870 verso gli ospedali. Avanti decisi verso la strada del risanamento e rilancio di Atac e di Roma. Il lavoro paga", ha dichiarato il presidente della Commissione Mobilità Enrico Stefàno, Movimento 5 Stelle.

Se il 2018 si può considerare, ha detto il presidente di Atac Paolo Simioni, "l'anno del risanamento di Atac", il 2019 potrà essere visto "come quello del ritorno alla normalità del servizio. Saremo in grado di fornire un servizio migliore alla città. Oltre a questi bus a noleggio, a giugno arriveranno 227 nuovi mezzi di quelli acquistati tramite la piattaforma Consip. Inoltre i minibus elettrici tra poco circoleranno per le strade".

Atac, Pd: "Qualche bus nuovo non significa rilancio"

Per il Partito democratico capitolino "qualche nuovo bus in strada non significa rilanciare l'azienda". In una nota i consiglieri comunali dem attaccano: "Oggi i in pompa magna la sindaca ha presentato38 nuovi bus ma non ha detto una parola sulla riapertura della stazione della metro A di Repubblica chiusa da 4 mesi. Non ha detto nulla sugli ascensori e gli impianti di risalita bloccati o non funzionanti nelle varie stazioni delle linee metro. I bus in fiamme nel 2018 e nel gennaio 2019 hanno raggiunto quota 28. Se si sommano questi dati e si rammentato le parole dell'ing. Cialdini ex A.D. di Roma Metropolitane relative all'assenza di manutenzioni e ai pericoli nella rete delle metro c'è poco da stare allegri. Il risanamento e rilancio di Atac e anche di Roma sono sempre più lontani. L'inadeguatezza e l'inaffidabilità dell'amministrazione Raggi sta affossando le aziende capitoline e portando caos è degrado nella città".