Marco Berrettini e Virginia Raggi
in foto: Marco Berrettini e Virginia Raggi

Dai campetti di terra rossa del Nuovo Salario, a Roma, alle finali ATP di Londra, torneo riservato ai migliori otto tennisti della classifica mondiale e come prestigio dietro solo ai quattro slam, Australian Open, Roland Garros, Wimbledon e U.S. Open. L'impresa di Matteo Berrettini, 23 anni, è stata esaltata, e non poteva essere altrimenti, anche dalla sindaca della sua città natale, Virginia Raggi, che su Twitter ha scritto: "Dai campi di periferia alle ATP Finals di Londra. Il traguardo raggiunto da Matteo Berrettini ci ricorda come lo sport sia un formidabile strumento di crescita e partecipazione per tutti i giovani".

L'infanzia Berrettini la trascorre in zona Nuovo Salario, le elementari all'istituto comprensivo Jean Piaget, tra la Salaria e via dei Prati Fiscali e le scuole medie sempre nel quartiere. Frequenta il liceo scientifico Archimede, a pochi passi dalle altre due scuole, ma il quinto anno lo fa da privatista in un altro istituto e poi, una volta intrapresa la carriera tennistica ad alti livelli, si trasferisce ai Parioli. A 23 anni Matteo Berrettini è tra i migliori dieci tennisti del mondo secondo la classifica Atp. Oggi ha commentato così il traguardo delle Atp Finals: "Ho vissuto l'attesa con un po' di angoscia e stress. Non potevo mai immaginare di arrivare a Londra, tanto a inizio anno quanto prima degli Us Open. Poi sono successe un po' di cose pazzesche e mi sono catapultato in questa situazione. Ho provato con tutte le mie forze a raggiungere l'obiettivo delle Finals e ora sono qui a vivere il mio sogno".