Tre violenze sessuali in poco più di una settimana a Roma, la tragedia di Rimini, quella di Lecce e oggi anche a Catania. Un settembre nero per l'Italia. "Quello che sta accadendo contro le donne è mostruoso", ha detto la sindaca di Roma, Virginia Raggi. Per questo ha chiesto al governo di intervenire "subito con leggi speciali". "Bisogna agire ora", ha dichiarato la prima cittadina.

Nella Capitale, riferisce Raggi, l'amministrazione sta provvedendo a potenziare "il sistema di videosorveglianza con più telecamere: sono un deterrente. Servono più forze dell'ordine per presidiare capillarmente il territorio e in particolare le periferie. Di tutto questo ne parlerò domani al Comitato per l'Ordine e la Sicurezza convocato in Prefettura a Roma". Secondo la sindaca, "servono più forze dell'ordine per presidiare capillarmente il territorio e in particolare le periferie. Di tutto questo ne parlerò domani al Comitato per l'ordine e la sicurezza convocato in Prefettura a Roma".

Ieri una clochard tedesca violentata e legata a un palo a Villa Borghese.

Nella notte di ieri una donna tedesca di 57 anni è stata violentata e legata a un palo. È accaduto ieri notte nei pressi di viale Washington a Villa Borghese, nel cuore della Capitale. A soccorrere la senzatetto è stato un tassista, che aveva appena terminato il suo turno lavorativo e stava tornando a casa. L'aggressore, stando al racconto della signora tedesca, sarebbe un ragazzo tra i 20 e i 25 anni. Ignota la sua nazionalità: in un primo momento la 57enne ha raccontato di un giovane italiano, poi ha parlato di un ragazzo polacco.

Una settimana fa a via Palestro, nei pressi della stazione Termini, una giovane turista finlandese è stata violentata vicino a un locale. Il giorno seguente una ragazza ha denunciato un tentato stupro avvenuto sulla scalinata dell'Aracoeli