Ha aggredito la ex moglie con un'ascia, minacciandola di morte. L'episodio di violenza è accaduto ieri sera, domenica 2 giugno, a Monte Compatri, in provincia di Roma, nella zona dei Castelli Romani. I carabinieri della Stazione di Colonna hanno arrestato un uomo di 51 anni di nazionalità romena, con precedenti, finito in manette con l'accusa di maltrattamenti in famiglia e di resistenza al pubblico ufficiale. Al momento dell'accaduto la coppia stava discutendo animatamente, l'ennesima lite, scaturita per futili motivi. Secondo le informazioni apprese, l'uomo ha perso il controllo e ha impugnato un'ascia, aggredendo la donna. A far scattare l'allarme è stata una segnalazione telefonica arrivata al 112. Giunti sul posto, i militari hanno fatto irruzione all'interno dell'abitazione e lo hanno sorpreso mentre stava minacciando la ex moglie, una 50enne moldava, con l'attrezzo tra le mani. Alla vista dei carabinieri l'uomo è andato su tutte le furie e, insultandoli, ha agitato l'ascia verso di loro. Ma i militari sono intervenuti, disarmandolo, ed è finito in manette, mentre l'accetta è stata posta sotto sequestro. I carabinieri lo hanno portato nel carcere di Velletri, dove si trova a disposizione dell'autorità giudiziaria.

Aggredisce la ex moglie a calci e pugni

Un altro episodio di violenza sulle donne tra le mura domestiche è accaduto poche ore prima. La misura di custodia cautelare è arrivata in questo caso nei confronti di un uomo italiano di 42 anni con precedenti. Ha riempito di botte la ex moglie, un'operaia di 42 anni. I carabinieri della Stazione di Rocca di Papa lo hanno arrestato con le accuse di atti persecutori, lesioni personali e inosservanza del divieto di avvicinamento alla ex coniuge. L’uomo, con a carico un provvedimento di divieto di avvicinamento, ha fatto irruzione a casa della ex, sfondando la porta. Una volta all'interno dell'abitazione, l'ha aggredita prendendola a calci e a pugni, davanti alla loro figlia di 13 anni. I militari lo hanno arrestato e portato nel carcere di Velletri. La donna è stata soccorsa e trasportata in ospedale. Medicata, ha ricevuto una prognosi di 10 giorni.