Multato uno svuotacantine zozzone
in foto: Multato uno svuotacantine zozzone

Uno ‘svuotacantine' ‘zozzone' è stato sorpreso con il suo furgoncino pieno di rifiuti provenienti dalla cantina di un appartamento. La sindaca Raggi ha pubblicato il video dell'intervento dei vigili urbani, che hanno multato l'uomo. La prima cittadina ha poi invitato i romani a denunciare e a segnalare comportamenti simili, ricordando che Ama offre un servizio completamente gratuito di ritiro rifiuti ingombranti sul piano stradale (a pagamento è invece il ritiro sul pianerottolo). "Le immagini che vedete fanno arrabbiare, molto. Questo signore è stato fermato dal Nucleo Ambiente e Decoro della nostra Polizia Locale con un furgoncino pieno di rifiuti ferrosi in una centralissima via di Roma. Si tratta dell’ennesimo ‘svuotacantine' che stava buttando chili di materiali di ogni tipo all’interno dei cassonetti stradali. È l’ennesimo episodio della battaglia che la nostra Amministrazione sta portando avanti nei confronti di questi criminali ambientali. Spesso organizzate in vere e proprie associazioni, questi zozzoni offrono di svuotare le cantine dei cittadini romani per pochi euro o, a volte, in modo completamente gratuito. Dopo aver venduto la merce di valore che trovano, però, svuotano tutto per strada, creando anche micro-discariche abusive", le parole della sindaca.

Raggi ai cittadini: "Denunciate e utilizzate i servizi gratuiti di Ama"

Chi sbaglia, secondo Raggi, è soprattutto chi si rivolge a questi svuotacantine per svolgere un servizio che Ama esegue gratis. La sindaca ha ricordato che basta chiamare lo 060606 e prenotare il ritiro al piano stradale. "In alternativa – ha scritto la sindaca – si possono gettare gli ingombranti nelle isole ecologiche gestita dalla nostra azienda per la raccolta dei rifiuti e presenti nei Municipi. Grazie all’impegno di Ama e della Polizia Locale stiamo incrementando i controlli in tutte le zone della città e le multe – molto salate – si faranno sentire. Voi cittadini dateci una mano: se vedete comportamenti del genere, non abbiate paura e rivolgetevi alle forze dell’ordine per denunciare".