Ammirare la Fontana della Barcaccia di Pietro Bernini comodamente seduti sulla Scalinata di Trinità dei Monti è qualcosa che tutti, almeno una volta nella vita, hanno fatto durante una visita, un soggiorno o nella quotidianità. Siamo in piazza di Spagna, nel cuore di Roma, a pochi passi dalla strada dello shopping per eccellenza, via dei Condotti, vegliati dalla chiesa della Trinità dei Monti in alto e, più in basso, dalla casa in cui visse gli ultimi istanti il poeta John Keats, ora museo dedicato a lui e all'amico Percy Shelley, che pure in Italia, ma nel mare ligure, trovò la morte. Da oggi, stazionare su quei gradini, potrebbe però essere solo un lontano ricordo.

Con l'inizio dell'estate è infatti entrato in vigore il nuovo regolamento di polizia urbana a Roma che prevede, tra le altre cose, il divieto di sedersi sui beni monumentali della Capitale, tra i quali rientra anche il capolavoro firmato dall'architetto Francesco De Sanctis tra il 1723 e il 1726, quella scalinata che scende dalla Trinità dei Monti fino alla piazza e alla "Barcaccia". Turisti e romani potranno ancora scattare foto ricordo, stazionare, ma solo in piedi, sui gradini: vietato però sedersi. Le norme anti-bivacco, infatti, prevedono multe abbastanza salate per i trasgressori: da 150 a 400 euro di sanzione pecuniaria. Resta da vedere, adesso, come la cittadinanza, ma soprattutto i turisti, molti dei quali probabilmente ignari del regolamento, prenderanno questa decisione dell'amministrazione comunale romana.