La Fontana di Trevi "libera" dalle bancarelle. C'era grande attesa per il primo giorno della "liberazione" della zona, alla quale hanno preso parte anche le forze dell'ordine per monitorare la situazione. Presente anche il sindaco di Roma, Virginia Raggi (Movimento Cinque Stelle), che proprio di una Fontana di Trevi "restituita" ai cittadini ha parlato ai microfoni dei cronisti presenti, prima di recarsi nello storico mercato rionale Trieste di via Chiana, dove dopo essere stati effettuati dei lavori di ristrutturazione, di adeguamento degli impianti alle norme anti-incendio e di abbattimento delle barriere architettoniche, sono tornati a lavorare in piena sicurezza.

"Abbiamo restituito questa piazza come altre piazze storiche di Roma alla libera fruizione dei cittadini", ha commentato il sindaco capitolino Virginia Raggi in merito alla Fontana di Trevi, "Non ci sono più quelle bancarelle che ostruivano la vista dei monumenti. Come anche la scalinata di piazza di Spagna, stiamo riportando i monumenti al loro splendore originario". Ma a chi lamentava che così facendo potessero esserci ripercussioni per chi da tempo lavora in questo settore, la Raggi ha spiegato che "ci sono delle alternative previste per legge. I commercianti possono scegliere tra queste alternative, un indennizzo e una licenza taxi. Non sarà perso alcun posto di lavoro. Al contempo queste piazze saranno restituite a cittadini e turisti". Dopo la Fontana di Trevi ed il Mercato Trieste, il sindaco Raggi ha poi presenziato alla riapertura della palestra della scuola Fellini, nel quartiere di San Basilio, che dopo l'incendio doloso del 2017 è tornata finalmente operativa ed è stata a sua volta restituita ai suoi alunni.