"Ho fatto quello che qualsiasi cittadino deve fare quando vede una persona aggredita. Intervenire, starle vicino, aiutarla e soprattutto chiamare i carabinieri visto che i ritardi nei soccorsi sono stati evidenti". A parlare è Massimo Giletti, giornalista e conduttore televisivo, che nella giornata di oggi ha soccorso una verificatrice Atac picchiata sul bus. La lavoratrice è stata aggredita da una ragazza che molto probabilmente non aveva con sé il titolo di viaggio: le percosse sono state così forti che la donna è svenuta a causa di un violento colpo alla testa. Ambulanza e forze dell'ordine sono arrivate dopo circa mezz'ora su sollecitazione di Massimo Giletti, rimasto accanto alla verificatrice fino a che non è arrivata l'ambulanza per portarla in ospedale. "Il rischio che corre chi controlla gli abusivi è evidente, l'ho vissuto con i miei occhi – continua il conduttore – È molto grave che una persona che fa semplicemente il suo lavoro debba rischiare in questo modo. Spero che queste persone vengano sanzionate pesantemente".

Massimo Giletti: "Triste che accadano cose del genere"

L'aggressione ai danni della verificatrice Atac è avvenuta oggi poco dopo mezzogiorno. La donna stava controllando i biglietti sulla linea 2 quando, alla richiesta di esibire un titolo di viaggio, è stata aggredita da una ragazza che le si è scagliata contro. Invano le sue colleghe hanno provato a trattenerla: la giovane era diventata una furia e ha colpito ferocemente la donna. "Ho fatto quello che dovrebbero fare i cittadini normali, il mio gesto non deve essere dipinto come un fatto straordinario – conclude Giletti – È molto triste che accadano cose del genere semplicemente per non aver pagato il biglietto. Sembra che le reazioni delle persone siano ormai al limite della follia, sono molto preoccupato".

Atac: "Condanniamo atto di violenza ai danni del personale"

Dopo il brutto episodio avvenuto questa mattina, Atac ha diramato una nota in solidarietà con la lavoratrice aggredita. "Questa mattina una verificatrice Atac in servizio sulla linea tram 2 è stata aggredita da una passeggera. La dipendente era a bordo del tram in attesa che la passeggera le mostrasse il biglietto quando, all'apertura delle porte in corrispondenza della fermata all'altezza di piazza Apollodoro, la donna ha improvvisamente aggredito la verificatrice sferrandole un pugno al volto e cercando di fuggire. È stato richiesto il supporto delle forze dell'ordine, che sono intervenute, e del 118, che ha soccorso la verificatrice aggredita. Atac, nell'esprimere solidarietà alla dipendente aggredita, stigmatizza con forza questo atto di violenza compiuto ai danni del personale mentre svolge il suo ruolo di servizio pubblico".