Le scritte comparse nella notte davanti all’entrata del circolo del Partito democratico di Ponte Milvio, Roma
in foto: Le scritte comparse nella notte davanti all’entrata del circolo del Partito democratico di Ponte Milvio, Roma

"Chiuso per corruzione", "Verità su Bibbiano": queste le scritte comparse nella notte all'entrata del circolo del Pd di Ponte Milvio, Roma. L'atto vandalico per il momento non è stato ancora rivendicato. "Vigliacchi schifosi, se pensate di intimorirci, sappiate che ci date più forza", la denuncia sulla pagina Facebook del Partito democratico del Lazio. E il capo della segreteria politica del segretario Zingaretti, Marco Miccoli, attacca: "Gli amici degli spacciatori di Ponte Milvio e degli ultras fascisti legati alla Camorra e alla mafia albanese, quelli che non vogliono sapere dove stanno i 49 milioni rubati dalla lega né sapere delle tangenti russe, vogliono sapere però la verità su Bibbiano. Anche stanotte sono usciti dalle fogne, con il buio, senza neanche firmarsi. Come solo i codardi sanno fare. Solidarietà alle compagne e ai compagni di Ponte Milvio".

Gli stessi manifesti, denuncia il Pd, sono comparsi anche davanti ai circoli Balduina e Monte Mario. "Condanniamo fermamente questo gesto rivendicato dal gruppo Magnitudo Italia e invitiamo le autorità competenti a prendere provvedimenti contro questo vile e ingiusto attacco. Per quanto ci riguarda, non ci lasceremo intimorire da un gruppetto di provocatori e speriamo che anche le altre forze politiche vogliano prendere le distanze da questo gesto",  dichiarano in una nota il consigliere comunale Pd Marco Palumbo e il capogruppo Pd in municipio XV Daniele Torquati.

La vicenda di Bibbiano e l'inchiesta ‘Angeli e Demoni'

Il riferimento delle scritte è al caso di Bibbiano, il piccolo comune in provincia di Reggio Emilia al centro dell'inchiesta ‘Angeli e Demoni' sul presunto traffico di minori. In seguito alle indagini Il sindaco di BibbianoAndrea Carletti, del Partito democratico è sospeso dalla carica e attualmente agli arresti domiciliari. Il 9 luglio scorso lo stesso sindaco di è autosospeso dal Partito democratico.