Si sono seduti in decine sulla scalinata di piazza di Spagna a Roma, per protestare contro uno dei divieti più discussi emanati dalla giunta Raggi in questi anni. È con questa iniziativa che è partita ‘Liberare Roma', la campagna lanciata dal presidente del Municipio 8 Amedeo Ciaccheri e che sarà presentata il 31 gennaio con una conferenza stampa alle ore 15.00, presso Forma Spazi, in Via Cavour 181. "Con questa iniziativa vogliamo segnalare che una città non può vivere di divieti, ma deve rafforzare i suoi presidi di accoglienza e socialità – hanno scritto gli attivisti in un comunicato – Lo facciamo partendo da un posto centrale di Roma, uno di quei luoghi che raramente abbiamo la possibilità di goderci perché abitanti di una città enorme, che esclude sempre di più i residenti delle periferie e trasforma il centro storico in una boutique per turisti a cui offre pochissimi servizi. Vogliamo poter vivere la nostra città, poterla attraversare in ogni suo angolo, rendendo fruibili i suoi tesori, promuovendo cultura e partecipazione, unici veri strumenti di tutela e conservazione del patrimonio.

" Roma è sempre stata in grado di coniugare genio artistico e saggezza popolare, dobbiamo ritrovare questo connubio ed opporci alla rassegnazione che non ci lascia respirare. Vogliamo essere il lievito della buona politica, della speranza, della rigenerazione. Vogliamo dare voce alle tante esperienze che tutti i giorni provano a rendere questa città un posto migliore. Siamo pronte e pronti a lanciare la nostra sfida. Un percorso a tappe, un anno di mobilitazioni e protagonismo cittadino aperto a chi vorrà essere insieme a noi parte del sogno più grande". ‘Liberare Roma' è un percorso lanciato il 26 gennaio. Frontman della campagna è il presidente dell'VIII Municipio Amedeo Ciaccheri, obiettivo è quello di proporre una coalizione civica e sociale capace di una proposta per tutto il centrosinistra.