Un ragazzo di 25 anni ha inveito in modo molto violento nei confronti dei genitori, che hanno trovato nel cassetto della sua camera da letto 100 grammi di hashish. Quando il padre del ragazzo ha visto il panetto è andato dal figlio per chiedergli spiegazioni: lui però ha reagito molto male, iniziando a insultare i genitori e assumendo toni minacciosi che hanno fatto temere per la loro incolumità. A quel punto, forse temendo che la situazione degenerasse, hanno chiamato il 112 per chiedere l'intervento dei carabinieri.

Quando i militari sono intervenuti sul posto hanno parlato con i genitori, che hanno raccontato una lunga scia di maltrattamenti ed episodi aggressivi nei loro confronti. Non era la prima volta infatti che il 25enne aggrediva il padre e la madre, che non avevano mai sporto denuncia nei suoi confronti. Ieri sera, la goccia che ha fatto traboccare il vaso: e stavolta i genitori i carabinieri li hanno chiamati. Il ragazzo è stato denunciato per maltrattamenti in famiglia e allontanato dalla casa dove viveva con i genitori. I militari lo hanno accompagnato in un'altra casa di proprietà della coppia, in modo da evitare il verificarsi di altri episodi di violenza e tutelare l'incolumità del resto della famiglia.

Non è l'unico caso di violenza in famiglia che si è verificato negli ultimi giorni. Un ragazzo di 19 anni è stato arrestato dopo aver picchiato il padre a calci e pugni perché non voleva dargli la macchina. Il giovane non ne ha voluto proprio sapere: nonostante gli avesse detto che aveva bisogno dell'auto, è stato violentemente aggredito dal ragazzo, fermato poi dalle forze dell'ordine.