Il corpo senza vita una donna è stato trovato nell'alveo del fiume Cosa, nel comune di Alatri. La donna, parzialmente vestita, presentava una ferita sopra l'arcata sopraccigliare sinistra. La giovane, di circa trent'anni, non aveva documenti e questo ha reso più complicate le operazioni di riconoscimento. Le indagini dei carabinieri del comando provinciale si sono concentrate su una donna la cui scomparsa era stata denunciata nella mattinata. Propri la descrizione fornita dai famigliari ha permesso di comprendere di chi si trattasse. La vittima è stata quindi identificata come Michela Rezza di Alatri.

Donna scomparsa ad Alatri ritrovata senza vita: indagano i carabinieri

La tragica scoperta è stata fatta attorno alle 16 di oggi, giovedì 7 novembre. Il corpo si trovava, stando a quanto riportato dai media locali,  nascosto dietro a un cespuglio nella contrada Sant'Emidio, nei pressi della chiesa parrocchiale. Sul posto sono arrivati i mezzi del 118, i vigili del fuoco e i carabinieri, oltre al pubblico ministero Vittorio Misiti, della procura di Frosinone. Sarà ora l'autopsia, che dovrebbe essere eseguita presso l'obitorio dell'ospedale ‘Fabrizio Spaziani' a Frosinone, a fornire ulteriori informazioni utili per comprendere le cause della morte della giovane. I militari indagano per ricostruire le sue ultime ore di vita. Resta da capire dove sia stata e chi abbia incontrato nelle ore successive alla scomparsa.