Viziati e coccolati da grandi imperatori come Ottaviano Augusto, protagonisti di celebri poesie come quelle di Belli e Trilussa, amati da uomini di chiesa come San Filippo Neri, curati e adorati da grandi attrici come Anna Magnani. Nella passeggiata di domenica 26 novembre, attraverso storie e aneddoti, si ripercorreranno le fasi del legame profondo tra Roma e i suoi gatti, che risale a tempi antichi. Appuntamento alle ore 15:00 in piazza del Collegio Romano (angolo via della Gatta), quota di partecipazione 10 euro. La visita si concluderà presso l'area di largo Argentina, ospitante una delle più famose colonie feline della capitale, dove si potranno incontrare e coccolare i mici che vi risiedono. Per prenotazioni, visitate il sito ufficiale.

Una lunga storia d'amore.

Persino la Disney attraverso il film animato "Gli Aristogatti" ha reso onore all'incredibile legame che unisce i gatti e la Città Eterna raccontando le gesta del mitico Romeo, er mejo der Colosseo. E se nell'antichità la sua effige ornava gli scudi dei centurioni, l'amato felino non ebbe altrettanta fortuna durante il Medioevo, tanto che Innocenzo VIII arrivò al punto di scomunicarlo assieme a streghe ed eretici, e a considerarlo alla stregua di Lucifero, con ovviamente drammatiche conseguenze. Il riscatto arrivò solo col Rinascimento, in un progressivo processo di riabilitazione che toccò l’apice nei primi del Novecento, periodo durante il quale i mici del Campidoglio vennero nutriti a trippa e frattaglie a spese del Comune, come "compenso" per il lavoro di derattizzazione che svolgevano. Oggi sono diventati veri e propri cittadini, adottati da migliaia di famiglie e ospitati in circa quattrocento colonie sparse sul territorio.

Come raggiungere piazza del Collegio Romano.

  • In autobus, linee 81-85-492.
  • In metro, linea A, fermata Barberini.