Un ragazzo è morto annegato al mare. La tragedia è avvenuta a Torvaianica, frazione di Pomezia, sul litorale sud della provincia di Roma. Secondo le informazioni apprese si tratta di Gabriele Baroni, un diciassettenne romano, che si trovava lontano dalla Capitale per una giornata in spiaggia con gli amici. Ma quella che doveva essere un'occasione di divertimento e di allegria, terminata finalmente la scuola, si è tramutata in un dramma terribile. I fatti risalgono a, martedì 11 giugno, quando, nel corso del pomeriggio, la comitiva non riusciva più a trovare il giovane, che pare si fosse allontanato, senza fare più ritorno. Insospettiti e preoccupati, i coetanei hanno dato l'allarme. Pare che il ragazzo fosse entrato in acqua per fare un tuffo, ma, per motivi non noti e ancora in corso d'accertamento, non è più riemerso. I primi ad intervenire sono stati gli assistenti bagnanti di uno stabilimento vicino, sempre in prima linea per le emergenze in mare e che prestano i primissimi soccorsi alle persone che si trovano in difficoltà in acqua, in prossimità della riva.

Ragazzo morto in mare a Torvaianica

I bagnini hanno iniziato a cercarlo, nel frattempo hanno allertato i soccorsi. Sul posto si sono immediatamente uniti alle ricerche i militari della Guardia costiera dell'Ufficio locale marittimo di Torvaianica e la Capitaneria di Porto di Roma Fiumicino. Presenti anche i carabinieri della Stazione locale e il personale sanitario del 118. Gabriele è stato ritrovato intorno alle 17, dopo circa un'ora dalla sua scomparsa. Una volta recuperato il corpo privo di sensi, i paramedici hanno tentato di soccorrerlo, purtroppo per il diciottenne non c'è stato nulla da fare se non constatarne il decesso.