Ha seguito la ex compagna in strada, l'ha raggiunta, e dopo un'accesa discussione l'ha spinta, per poi prenderla a calci a Torvaianica, frazione di Pomezia, Comune sul litorale romano. Autore dell'ennesimo episodio di violenza contro le donne è un 39enne di nazionalità marocchina, già noto alle forze dell'ordine, che è stato arrestato dai carabinieri con le accuse di atti persecutori e lesioni. Secondo le informazioni ricevute, la coppia aveva vissuto insieme una relazione durata alcuni mesi, rapporto che era ormai finito da alcune settimane. L'uomo tuttavia, non aveva accettato che la loro storia si fosse conclusa, e ha continuato a cercare la sua ex fidanzata, a perseguitarla. L'ha seguita, pedinandola nei luoghi quotidianamente frequentati dalla donna per lavoro o tempo libero e l'ha costretta a fermarsi per discutere con lui. Ne è nata una violenta lite, durante la quale lui ha iniziato a spingerla e poi, una volta caduta a terra, l'ha colpita più vole prendendola a calci. La terribile scena si è consumata davanti agli occhi dei passanti che, allarmandosi, hanno avvertito i carabinieri.

Donna picchiata dall'ex compagno: lo aveva già denunciato

Ricevuta la chiamata d'emergenza, sul posto sono intervenuti i militari di Torvaianica. Alla vista degli uomini dell'Arma, il 39enne si è subito calmato, ma è stato arrestato e portato nel carcere di Velletri, dove resta a disposizione dell'autorità giudiziaria. La donna, vittima dell'aggressione, è stata immediatamente soccorsa dal personale sanitario giunto sul posto e trasportata al pronto soccorso, dove ha ricevuto le cure dei medici. Ha riportato alcune contusioni alla gamba sinistra. Da ulteriori accertamenti è emerso che l'uomo, lo scorso settembre, dopo un’accesa litigata, aveva colpito al donna facendola cadere a terra. A seguito di quell'episodio cadendo a terra si era rotta un braccio e aveva subito denunciato quanto accaduto.