Immagine di repertorio
in foto: Immagine di repertorio

Non è stato ancora trovato il pirata della strada che lo scorso 6 giugno ha investito e ucciso un uomo di 61 anni a Torre Maura, in via dell'Albanella. Le forze dell'ordine stanno vagliando le telecamere presenti nella zona, sperando di avere un riscontro nelle immagini che li porti a identificare l'uomo – o la donna – che ha centrato in pieno il 61enne e non si è fermato a prestare soccorso. Il pedone stava attraversando la strada in via dell'Albanella quando si è visto piombare addosso la macchina: non è riuscito a evitarla e a spostarsi in tempo, e l'impatto gli è purtroppo stato fatale. L'uomo, però, non è molto sul colpo: è stato prima trasportato in ospedale in codice rosso al Policlinico Casilino, dove ha lottato contro la morte per alcuni giorni. Purtroppo, non ce l'ha fatta: è deceduto tra sabato e domenica notte, dopo una lunga agonia. Troppo gravi le ferite riportate nell'impatto. E adesso è caccia al pirata della strada.

Torre Maura, è caccia al pirata della strada: sentito il figlio dell'uomo

A indagare sulla morte dell'uomo sono gli agenti di Polizia Locale di Roma Capitale del VI Gruppo Torri. I militari hanno acquisito le immagini delle videocamere di zona per vedere se il momento dello schianto è stato immortalato e, soprattutto, se la targa della macchina del pirata della strada sia visibile. In questo modo, il conducente della vettura che non si è fermato ad aiutare l'uomo potrebbe avere le ore contate: non dovrà rispondere solo di omissione di soccorso, ma anche di omicidio stradale. I poliziotti hanno ascoltato anche alcuni testimoni presenti sulla scena, tra cui il figlio dell'uomo, che in quel momento si trovava su via dell'Albanella e ha assistito a tutto l'incidente. E si spera che anche con le loro testimonianze si possa risalire a chi in quel momento era alla guida dell'auto.