"Rispetto alla scossa di terremoto delle 2.12 con epicentro la zona tra Marcellina e San Polo dei Cavalieri con magnitudo segnalata di 3 (INGV) non abbiamo riscontrato per ora danni a persone e/o cose. Dopo una nostra ispezione grazie anche all’ausilio dei volontari della protezione civile Royal Wolf Rangers Delegazione di Marcellina, abbiamo comunque immediatamente richiesto un sopralluogo dei vigili del fuoco per verificare la stabilità dei fabbricati , la sicurezza degli impianti e quant’altro necessario per l’incolumità delle persone". Lo ha dichiarato il sindaco di Marcellina Alessandro Lundini in relazione al terremoto delle 2.12 che si è verificato nei comuni a est di Roma. Il primo cittadino ha specificato che "nel corso delle prossime ore si procederà con ulteriori verifiche" e che per qualsiasi segnalazione bisogna rivolgersi al numero dedicato per l’assistenza alla popolazione 3496004611″.

Terremoto a Roma, epicentro a Marcellina

La scossa di terremoto di magnitudo 3 si è verificata alle 2.12 di questa notte nei comuni a est di Roma. Nonostante il sisma sia avvenuto in piena notte è stato avvertito da moltissime persone e l'hashtag #terremoto è balzato in trend topic. Nessuna paura – la scossa è stata lieve ed è durata pochi secondi – solo tanto stupore per un evento che nel Lazio si verifica (fortunatamente) poche volte l'anno. Il terremoto è stato avvertito in diversi comuni: Marcellina, Tivoli, Guidonia, Velletri, Pomezia, Aprilia, Fiumicino, Latina, Anzio, Viterbo e Civitavecchia. L'epicentro è stato a un chilometro da Marcellina, alla profondità di 16 chilometri.