La scossa del 23 giugno
in foto: La scossa del 23 giugno

Forte scossa nella capitale, avvertita in tutta la città. Secondo le prime informazioni emerse negli istanti successivi al terremoto, l'epicentro sarebbe a L'Aquila, in Abruzzo. Ancora non è noto se la scossa abbia provocato eventuali danni e se ci siano feriti. L'Invg ha emesso una prima stima provvisoria, con magnitudo registrata tra 4.4 e 4.9 alle 18.35. Il terremoto è stato avvertito in tutta la città di Roma e in provincia: i social sono pieni di persone che dicono di aver sentito una forte scossa in tutte le zone della capitale, nessuna esclusa. In pochi minuti il Numero unico di emergenza 112 è stato tempestato da decine di chiamate: sono almeno una cinquantina le telefonate da parte di cittadini spaventati, soprattutto nel quadrante Est della capitale.

Terremoto a Roma, gente è scesa in strada

Per adesso non si hanno notizie di feriti o eventuali danni alle strutture. Il pensiero, in questi momenti, sta volando soprattutto a L'Aquila, epicentro del sisma. Le persone sono scese in strada e hanno paura a rientrare nelle abitazioni, timorose che arrivino presto nuove scosse. L'Ingv, nei minuti successivi al terremoto, ha poi prodotto nuove stime: secondo le ultime informazioni, l'epicentro sarebbe Balsonaro, in provincia de L'Aquila, con magnitudo registrata tra 4.4 e 4.9. L'epicentro sarebbe profondo 14 chilometri, altri paesi vicini sono Sora e Pescosolido. Tanta paura anche ad Amatrice, dove la gente – memore del terremoto che ha devastato tutto il comune – si trova ora in strada.

Zingaretti: "Nessun danno nel Lazio"

"Ho appena sentito il 118, tanta paura ma nessun danno". Lo ha dichiarato il presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti, rispondendo alle domande dei giornalisti. Secondo quanto riportato, nel Lazio non ci sarebbe stato nessun danno e nessun ferito.

Terremoto a Roma, forte scossa anche nelle province del Lazio

Anche in provincia la scossa è stata molto forte. Da Frosinone la gente dichiara di aver sentito un ‘botto fortissimo' e di essersi precipitata fuori dalle proprie abitazioni. Attualmente in corso le verifiche per appurare eventuali danni a persone o edifici.

Controlli sul traffico ferroviario, Frecciarossa sospesi

In seguito al terremoto, il traffico ferroviario sulle linee Sulmona – Avezzano, Roccasecca – Avezzano e fra Ceprano e Cassino (linea Roma – Cassino), è sospeso in via precauzionale. I tecnici Rfi sono al lavoro per verificare eventuali danni sull'infrastruttura ferroviaria. Per lo stesso motivo il traffico è rallentato sulla linea AV Roma – Napoli e i treni procedono con limitazione di velocità, mentre gli altri treni percorrono l'itinerario alternativo via Formia.