Immagine di repertorio
in foto: Immagine di repertorio

Un ragazzo di ventidue anni è stato arrestato perché sorpreso a spacciare nei bagni di un noto fast food. Il giovane, un senza fissa dimora, si stava aggirando all'esterno del locale quando è stato avvicinato da un ragazzo di 19 anni. Dopo qualche secondo, i due si sono diretti all'interno del fast food e poi si sono chiusi in bagno. La scena è stata però notata dai Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia Roma Centro, che li hanno raggiunti dentro il bagno e li hanno fermati. In tasca il 22enne aveva 38 grammi di droga e denaro contante, ritenuto provento dell'attività di spaccio. Il ragazzo è stato arrestato con l'accusa di spaccio e detenzione di sostanze stupefacenti, mentre il 19enne che stava acquistando la droga è stato identificato e segnalato all'Ufficio Territoriale del Governo di Roma, quale assuntore di sostanze stupefacenti.

Sorpreso a spacciare nei bagni di un fast food a Termini, arrestato

Il 22enne è stato arrestato e portato in caserma in attesa del rito direttissimo. Colto in flagranza mentre cedeva la droga all'interno del bagno, è stato fermato immediatamente. A insospettire i Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia Roma Centro, il fatto che si aggirasse con fare sospetto davanti il fast food e il fatto che non sembrava stesse aspettando qualcuno. Non è noto se fosse la prima volta che il 22enne spacciava all'interno del bagno del locale, o se questa sia una pratica consolidata tra i pusher che ruotano intorno alla stazione Termini. Di certo appartarsi nei bagni comporta meno rischi rispetto al vendere la droga per la strada. Senza contare che è difficile capire cosa avviene lì dentro visto che in quella zona è sempre pieno di turisti.