Immagine di repertorio
in foto: Immagine di repertorio

Un uomo di 32 anni è uscito di casa in tarda notte completamente ubriaco, con un coltello in tasca e la figlia di quattro anni. Non pago di ciò che aveva già bevuto, voleva comprare altro alcol. E continuare a bere. La madre della bimba, che si trovava con lui nell'appartamento di via Giolitti, vicino la stazione Termini, ha cercato di fermarlo, soprattutto quando ha visto che stava portando via anche la nipotina. E così, molto probabilmente spaventata per ciò che sarebbe potuto succedere alla bambina, è scesa in strada a chiedere aiuto a una pattuglia di carabinieri che in quel momento stava passando in zona. Il 32enne nel frattempo era riuscito a uscire, e insieme alla bambina ha raggiunto un negozio in via Marsala, dove ha iniziato a comprare alcolici.

Padre denunciato, bimba affidata alla madre

I carabinieri sono andati nella direzione indicata dalla donna e hanno trovato il 32enne nel negozio di generi alimentari che stava facendo scorta di alcolici. Quando i carabinieri lo hanno fermato, è andato su tutte le furie, cercando di divincolarsi e andare via. Dopo qualche minuto di resistenza, il 32enne è stato bloccato: in tasca gli è stato trovato un coltello con una lama da 18 centimetri in tasca. È stato quindi denunciato per resistenza e oltraggio a pubblico ufficiale, rifiuto di fornire le proprie generalità e porto abusivo di arma. La bambina, che si è molto spaventata alla vista del padre bloccato dai carabinieri, è stata affidata alla mamma, mentre il commerciante è stato sanzionato per l'apertura oltre l'orario di chiusura e la vendita di alcolici in tarda notte. Dovrà rimanere chiuso per cinque giorni.