Foto di repertorio
in foto: Foto di repertorio

Un uomo ha tentato di bruciare viva la sua ex moglie in un appartamento in via Grimaldi, quartiere Marconi a Roma. La donna è stata salvata grazie all'intervento sul posto di una volante della polizia. Protagonista del tentato femminicidio un cittadino dello Sri Lanka di 42 anni. Secondo quanto racconta il Messaggero, l'uomo ha preso un giorno di ferie al lavoro, ha messo un litro di benzina in una bottiglia di plastica, si è recato in via Grimaldi con un accendino ed era pronto a bruciare viva la ex. Fortunatamente quest'ultima si è accorta del suo arrivo e ha immediatamente avvertito la polizia.

L'uomo dovrà rispondere di tentato femminicidio

In passato l'ex marito l'aveva picchiata perché non accettava che lei l'avesse lasciato.Per questo ha ricevuto un divieto di avvicinamento, ma lui, noncurante della misura, ha raggiunto l'appartamento della donna con l'intento di ucciderla. Quando gli agenti sono arrivati sul posto, hanno bloccato l'aggressore mentre lui stava picchiando la moglie. Il signore è stato accompagnato al commissariato di zona, dove ha ammesso di voler bruciare l'ex moglie. Dovrà rispondere dell'accusa di tentato omicidio. Arrestato, è stato accompagnato al carcere di Regina Coeli. La donna, invece, è stata trasportata in ambulanza al pronto soccorso. Aveva lividi ed ecchimosi su tutto il corpo, ma le sue condizioni di salute, comunque, non sono gravi. Quando è stato fermato dai poliziotti, il 42enne ha cercato di picchiare anche loro e per questo dovrà rispondere anche di resistenza a pubblico ufficiale.