Anche oggi, venerdì 17 gennaio, il Campidoglio ha decretato lo stop ai motori diesel a Roma. I livelli di inquinamento e Pm10 rilevati dalla rete urbana di monitoraggio e validati dall'Arpa Lazio sono troppo alti, e il provvedimento si è reso necessario al fine di far tornare i numeri sotto il limite di legge. Nessun veicolo a gasolio potrà circolare all'interno della fascia verde in due fasce orarie: dalle 7.30 alle 10.30 e dalle 16.30 alle 20.30. Il divieto riguarda tutti gli autoveicoli diesel da Euro 3 fino a Euro 6. Blocco anche per ciclomotori e motoveicoli Euro 0 ed Euro 1 (dalle 7.30 alle 20.30), e autoveicoli benzina Euro 2. Il Comune di Roma ha disposto anche, per il 19 gennaio, la domenica ecologica: nessun ciclomotore potrà circolare all'interno della fascia verde dalle 7.30 alle 12.30 e dalle 16.30 fino alle 20.30. Le prossime date sono fissate in calendario al 9 e 23 febbraio e 29 marzo.

Il provvedimento del Campidoglio non riguarda solo la circolazione delle macchine e dei motorini, ma anche gli impianti termici. Questi dovranno essere gestiti in modo da garantire una temperatura dell'aria negli ambienti non superiore a 18 o 17 gradi a seconda del tipo di edificio. La criticità rimane elevata anche per i prossimi giorni, e non è detto che non saranno disposte altre ore di blocco per i veicoli altamente inquinanti nella capitale, al fine di far abbassare i livelli di Pm10.

Gli alti livelli di inquinamento a Roma sono causati da diversi fattori, ma soprattutto dal gran numero di macchine in circolazione e dall'uso massiccio dei sistemi di riscaldamento durante i mesi invernali. La zona più colpita, e dove sono state registrate rilevazioni di Pm10 molto alte, è la via Tiburtina, una delle arterie principali di Roma spesso bloccata a causa del traffico.