"Viva le buche abbasso i murales", è il cartello che mostra Virginia Raggi, volto serio, fascia tricolore e gambe incrociate. Tvboy è tornato e questa mattina una sua opera, dedicata proprio alla sindaca di Roma, è comparsa in vicolo Cellini, una traversa di corso Vittorio Emanuele II, pieno centro storico di Roma. 

L'opera, spiega il collettivo di artisti, "è un’ironica risposta alla Sindaca  alla quale i media hanno attribuito la responsabilità della repentina censura e cancellazione della celebre opera raffigurante il bacio tra Salvini e Di Maio alla vigilia del loro primissimo patto di Governo (così come di altre varie opere di street art che erano invece state positivamente recepite dai cittadini e dalla stampa e media locali e nazionali)". Il celebre bacio tra Salvini e Di Maio, anticipatore del futuro accordo di governo e comparso su un muro della Capitale, è stato subito fatto rimuovere dalla prima cittadina. "Mentre in altre città in Italia in Europa e nel Mondo questo tipo di interventi vengono valorizzati, protetti e salvaguardati e si crea addirittura un turismo di persone che viaggiano per ammirare le opere di urban art a Roma si preferisce, invece, salvaguardare le buche (come tristemente tutti abbiamo visto nella pessima figura fatta durante il recente Giro d’Italia) e rimuovere invece le espressioni artistiche dalle strade", si legge ancora sulla pagina Facebook di Tvboy.

Un secondo murales sul presidente Conte

Quello dedicato alla prima cittadina della Capitale non è l'unico murales di Tvboy comparso a Roma oggi. In piazza della Torretta, centro storico, vicino all'edificio che ospita la sede dell'Ordine dei giornalisti del Lazio, ne è comparso un altro dedicato al presidente del Consiglio Giuseppe Conte dal titolo "Il Programma di Governo”. "Conte mostra orgoglioso il nuovo Programma di Governo. L’opera in modo ironico vuole far riflettere sulle difficoltà di cambiare un paese come il nostro, l’Italia con tutte le sue peculiarità e contraddizioni. Per quanto lo slancio e il tentativo possano essere encomiabili il compito è arduo e nessuno sa bene da dove cominciare", spiega Tvboy.