Foto di repertorio
in foto: Foto di repertorio

Ai negozianti di Roma che terranno accese le vetrine e le luci anche di notte, verranno concessi  alcuni incentivi. Una misura, questa, che servirebbe, nelle intenzioni del prefetto e della sindaca Virginia Raggi, ad aumentare la sicurezza nella Capitale durante le ore notturne. Le strade, in questo senso, sarebbero molto più illuminate di adesso grazie proprio alle luci dei negozi e delle loro vetrine. L'iniziativa è prevista in un protocollo firmato dalla prima cittadina, dal prefetto Gerarda Pantaleone, dal presidente della Camera di Commercio e dall'amministratore delegato di Acea. Il progetto, per ora, coinvolgerà due municipi della Capitale, ma presto potrebbe essere esteso a tutta la città, se darà i risultati sperati da Raggi.

Lamorgese: "Modello di sicurezza che può essere esteso"

Si tratta, ha dichiarato la ministra dell'Interno Luciana Lamorgese, "di un modello di sicurezza partecipata e che potrà essere esteso anche in altre aree della Capitale. Il mio apprezzamento va a tutti i firmatari del protocollo coordinati dal Prefetto".

L'incendio alla Pecora Elettrica

In una via buia, senza illuminazione e senza vetrine dei negozi illuminate, la Pecora Elettrica è stata incendiata per la seconda volta in pochi mesi e questa volta i proprietari hanno annunciato che non riapriranno. I tecnici di Acea hanno ripristinato alcuni lampioni accanto a un parchetto pubblico, ma basta entrare all'interno per trovare buio e qualche spacciatore.