Il nome inciso dal turista su una parete del Colosseo
in foto: Il nome inciso dal turista su una parete del Colosseo

Ha inciso il suo nome su una colonna del Colosseo a Roma ma i carabinieri lo hanno fermato. Protagonista un turista, un 26enne statunitense che è stato denunciato a piede libero per danneggiamento aggravato e ha ricevuto una multa di 400 euro per violazione del Regolamento di Polizia Urbana di Roma Capitale. Secondo le informazioni apprese l'episodio è avvenuto nel pomeriggio di ieri, mercoledì 4 settembre, nel centro storico della Capitale. Il ragazzo si trovava al piano terra dell'Anfiteatro Flavio, quando, sicuro di non essere scoperto, ha cercato di appartarsi il più possibile, allontanandosi dalla folla di visitatori.

Raggiunta una colonna esterna del monumento, ha estratto una chiave dalla tasca e ha iniziato a incidere le prime lettere del suo nome, riuscendo a comporre la parola ‘Tait', prima di essere bloccato dai carabinieri. I militari del Comando Roma Piazza Venezia erano infatti impegnati in un servizio nell'area monumentale tra il Colosseo e i fori Imperiali quando sono stati chiamati dal personale di vigilanza del Parco Archeologico del Colosseo dopo aver notato il turista mentre compiva sfregiava la colonna del Colosseo.

Colosseo: controlli anti abusivismo dei carabinieri

Controlli antiabusivismo nell'area del Colosseo e Fori Imperiali, dove i carabinieri del Comando di Roma Piazza Venezia e della Compagnia Speciale, che hanno multato 11 persone. Si tratta di sei uomini e donne tra i 26 e i 56 anni, in costume storico, mentre fermavano i turisti convincendoli a scattarsi una foto con loro, davanti alla stazione della metropolitana che affaccia davanti all'Anfiteatro Flavio. Multe anche nei confronti di cinque ‘salta-fila' abusivi.