15 Settembre 2016
14:35

Sfregiati i murales nei sotterranei della stazione Nomentana: caccia ai vandali (FOTO)

“Stamattina, come tutte le mattine, sono passata nel sottopassaggio della Stazione di Roma Nomentana e ho trovato questo scempio. Tutti i disegni fatti nei mesi scorsi sono stati completamenti rovinati”, denuncia su Facebook Michela.
A cura di En.Ta.

Metri di pareti colorate, disegni per riavvicinare i cittadini a spazi spesso bui e tristi come i sottopassaggi delle stazioni ferroviarie. Non scritte di vandali, ma opere d'arte donate alla collettività. Sui muri della stazione Nomentana ci sono anche graffiti di famosi street writer come Marcy e Moby Dick. Questa notte qualcuno, qualche vandalo, li ha rovinati con scritte e macchie di colore. "Fanculo street art", il testo di una grande scritta arancione che rovina uno dei murales.

Le fotografie sono state scattate e pubblicate su Facebook da Michela, una giovane cittadina romana che denuncia: "Stamattina, come tutte le mattine, sono passata nel sottopassaggio della Stazione di Roma Nomentana e ho trovato questo scempio. Tutti i disegni fatti nei mesi scorsi sono stati completamenti rovinati. Sono incazzata come non lo ero da non so quanto tempo, perché personalmente non vedo questo atto di vandalismo come uno scherzo da "bricconcelli", ma come un esempio di inciviltà". Per ora la polizia ancora non è risalita all'identità dei vandali. Forse qualche telecamera installata in stazione potrebbe aver ripreso la scena.

Nella devastata Mariupol chi è rimasto prova a sopravvivere
Nella devastata Mariupol chi è rimasto prova a sopravvivere
5 di askanews
Odessa, missile colpisce un appartamento: le immagini dall'interno
Odessa, missile colpisce un appartamento: le immagini dall'interno
25 di Viral News
Previsioni meteo Roma e Lazio mercoledì 27 aprile: cielo limpido e sole, termometro fra 5 e 23 gradi
Previsioni meteo Roma e Lazio mercoledì 27 aprile: cielo limpido e sole, termometro fra 5 e 23 gradi
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni