Shaboo – foto polizia 
in foto: Shaboo – foto polizia 

Sono stati intercettati all'aeroporto Leonardo Da Vinci di Fiumicino cinque chili di Shaboo, una delle droghe più potenti in circolazione, pronti ad essere immessi sul mercato. I finanzieri del Comando Provinciale di Roma, in collaborazione con il personale dell'Agenzia delle Dogane e dei Monopoli, hanno arrestato un corriere cinese in arrivo dal Brasile e diretto a Bologna. Aveva diluito la sostanza stupefacente allì'interno di alcune confezioni di cosmetici e di maschere per il viso che aveva nascosto all'interno della sua valigia. Il carico sequestrato avrebbe consentito ai pusher di ricavare oltre 50mila dosi di droga, con guadagni che si aggirano intorno ai due milioni di euro. L'operazione, scrivono i finanzieri in una nota stampa, "rientra nel più ampio dispositivo di contrasto ai traffici illeciti predisposto dal Comando Provinciale negli scali aeroportuali e portuali della Capitale".

Lo Shaboo, una delle droghe più potenti in circolazione

Lo shaboo è una droga sintetica conosciuta come ‘Ice' per la sua somiglianza ai cristalli di ghiaccio. Venne creata alla fine del 1800 da chimici giapponesi e ha effetti potentissimi, superiori di dieci volte a quelli della cocaina.  Può provocare convulsioni e perdita di appetito o mancanza di sonno. In alcuni casi può provocare un forte aumento della frequenza cardiaca e della pressione arteriosa e quindi all'ictus.  Molto diffusa inizialmente nella comunità filippina, negli ultimi anni questa droga sta prendendo piede anche tra gli italiani e i casi legati allo shaboo si sono moltiplicati in diverse città del Paese.