Sequestro di fiale e pasticche da parte dei carabinieri
in foto: Sequestro di fiale e pasticche da parte dei carabinieri

Fiale e pasticche di ormoni, steroidi, anabolizzanti e medicine anche di tipo veterinario. Tutte assunte praticamente ogni giorno e senza alcun tipo di prescrizione medica, ma solo sotto consiglio di personal trainer spregiudicati, che a volte prescrivevano anche diete e regimi alimentari senza avere assolutamente i titoli per farlo. Coinvolti in questo giro di sostanze illegalmente assunte sono allenatori e anche appassionati di bodybuilding, che per gonfiare i muscoli più velocemente si fidavano dei consigli dei più esperti e assumevano ogni tipo di sostanza dopante.

Le sostanze sequestrate

I carabinieri del Nucleo Radiomobile di Roma hanno cominciato a investigare su molte palestre della Capitale e hanno arrestato quattro persone, tutte accusate di detenzione ai fini di spaccio di sostanze anabolizzanti e steroidee vietate. Alcune di esse. tra l'altro, sono ‘precursori' nella produzione di anfetamine ed ecstasy. Sono stati denunciati anche 44 ragazzi, soprattutto personal trainer, con le accuse di detenzione illecita di anabolizzanti, ricettazione e utilizzo di farmaci al fine di alterare le prestazioni agonistiche degli atleti. Questi giovani sono stati sorpresi dai carabinieri mentre assumevano direttamente o prescrivevano ad altre persone le sostanze vietate, questo noncuranti dei gravi rischi per la salute che comporta la loro assunzione. In tutto i militari hanno sequestrato oltre 10mila pasticche circa 8mila fiale tra nandrolone ed efedrina, ormoni della crescita e farmaci comuni come insulina. Quest'ultima, di solito, viene assunta insieme ad anabolizzanti e steroidi perché consente di recuperare le energie in poco tempo e conserva anche i muscoli dall'eccessiva stimolazione dovuta alle sostanze dopanti. Sequestrati anche diuretici, che servono a facilitare l'eliminazione dell'acqua dall'organismo, così da conferire un aspetto più definito ai muscoli, e ansiolitici per tenere a bada il largo consumo di sostanze eccitanti. Sequestrati anche farmaci tiroidei, che vengono utilizzati per accelerare il consumo di calorie, e glutatione, che di solito si usa per proteggere fegato, reni e sistema nervoso dagli effetti collaterali della chemioterapia, ma che in questo caso veniva utilizzato per proteggere il fegato da un accumulo di sostanze tossiche.