Virginia Raggi, Monica Lozzi
in foto: Virginia Raggi, Monica Lozzi

Nel merito, lo scambio di accuse tra la minisindaca del VII Municipio, Monica Lozzi, e la sindaca di Roma Virginia Raggi è sulla riapertura di una scuola, chiusa per mancanza di autorizzazioni in merito alla certificazione antincendio. Ma lo scontro tra le due esponenti del Movimento 5 Stelle va oltre, perché Lozzi accusa il Campidoglio e indirettamente la prima cittadina di utilizzare un modus operandi "che non prevede la condivisione di problemi e soluzioni provenienti dai Municipi, ma che risulta invece estremamente attivo nella pubblicizzazione dei risultati ottenuti". In una lettera inviata al Gabinetto della sindaca l'operato del Campidoglio viene definito "formalmente irrispettoso e sostanzialmente scorretto".

Con un duro post pubblicato su Facebook la presidente Lozzi si è rivolta direttamente a Virginia Raggi, colpevole di aver pubblicizzato, intestandosi il merito, la riapertura dell'istituto Guido Milanesi del quartiere Appio, chiuso per i motivi già elencati. "Tutta l’attività relativa ai lavori per la riapertura della scuola è stata svolta unicamente dal Municipio VII. L’unico contributo degli uffici comunali, tardivo rispetto alle nostre richieste di interlocuzione, si è limitato – a seguito della protesta in Campidoglio di alcuni genitori – alla nostra convocazione e all’ascolto di tutte le iniziative messe da noi in campo per la riapertura della scuola. Il Municipio ha trovato le soluzioni in maniera del tutto autonoma e senza alcun ausilio dei suoi uffici", spiega Lozzi. Il municipio, tra l'altro, si era visto recapitare una lettera firmata dalla vice capo di gabinetto Gabriella Acerbi in cui l'operato dell'amministrazione municipale veniva duramente criticato.