Bus Cotral – foto Cotral
in foto: Bus Cotral – foto Cotral

I sindacati Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti e Ugl Fna hanno deciso di sospendere lo sciopero di 24 ore inizialmente fissato per il 9 dicembre per quanto riguarda i dipendenti di Cotral, l'azienda che gestisce il trasporto pubblico regionale. Stando a quanto comunicano i rappresentanti dei lavoratori, è stato sottoscritto un accordo con i vertici dell'azienda. Lo sciopero è confermato solo dalla Faisa Cisal (dalle ore 8:30 alle ore 17 e dalle ore 20 a fine servizio. Saranno garantite tutte le partenze dai capolinea fino alle ore 8:30, alla ripresa del servizio alle ore 17 e fino alle ore 20).

Queste erano le motivazioni dello sciopero secondo i sindacati: "mancato rispetto dell’art. 36 CCNL in tema di verifica dei titoli di viaggio. In particolare la contestazione dell’Ordine di Servizio 30 del 7 giugno 2019 che prevede l’estensione della verifica dei titoli di viaggio su tutte le corse Cotral; mancato rispetto degli accordi sottoscritti attraverso interpretazioni illegittime che hanno generato criticità irrisolte, nonostante sollecitazioni sindacali a tutti i livelli, mancato rispetto di quanto concordato nell’ambito della Commissione Percorrenze. Nell’esposizione del nuovo Piano Industriale la comparazione con le altre Aziende prese in considerazione, non si tiene conto delle diverse politiche tariffarie adottate".

Confermato lo sciopero Atac dalle 10 alle 14

Confermato, per il momento, lo sciopero fissato per lunedì 9 dicembre per i dipendenti Atac. Si tratta di un'agitazione di quattro ore, dalle 10 alle 14, proclamato dal sindacato Fast Slm. Possibili disagi su autobus, tram, metropolitane , ferrovie Roma-Lido, Termini-Centocelle, Roma-Civitacastellana-Viterbo. L’agitazione non interesserà i collegamenti periferici gestiti dalla Roma Tpl.