"Lazio non si Lega. SARDINE UNITE. Benvenuti a quanti vorranno aggregarsi a questa avventura fantastica per contrastare la politica dell'odio e del disprezzo della diversità. È ora di SLegare questo Paese". Questa la descrizione del gruppo Facebook "Sardine a Roma": nato sulla scia delle proteste che hanno avuto luogo in altre città d'Italia, è stato creato meno di 24 ore fa e conta già quasi 13mila iscritti. Tanto che i moderatori stanno chiedendo ai partecipanti di avere un attimo di pazienza prima di iniziarsi a organizzare e lanciare una manifestazione anche a Roma. Intanto c'è già chi inizia a fare proposte di date, chi si presenta, chi dà consigli. E anche chi compone canzoni sulla scia de "La Società dei Magnaccioni". "Fatece largo che ce stamo noi, come a Bologna a sta piazza bella, appiccicati come le sardine, e tutt'Italia famo ‘nnammorà. E noi je dimo, e noi je famo: Ar Capitone noi nun lo votamo! ma però noi semo quelli che j'arisponnemo ‘n coro: È mejo in piazza co' le sardine, che giorno e notte a twittà!".

Sardine a Roma: "Saremo un milione in piazza"

Il movimento delle sardine diventato il simbolo della protesta contro Matteo Salvini è nato a Bologna dall'idea di un gruppo di amici che ha lanciato la sfida su Facebook: presentarsi in piazza con delle sardine disegnate per protestare contro lo ‘squalo' Salvini. Sono migliaia le persone che si sono presentate all'appuntamento, replicato anche a Modena e Bologna. E Roma sembra essere sulla buona strada, vista l'enorme adesione sul gruppo Facebook. Per ora non c'è ancora una data, le sardine non hanno ancora una piazza: eppure è molto probabile che una manifestazione sarà lanciata entro breve anche nella capitale, e che saranno in molti a partecipare. La sfida? Essere un milione in piazza.