21 Novembre 2018
20:46

Santa Marinella, sequestrano un minore per debiti di droga e chiedono il riscatto alla madre

Quattro persone sono state arrestate ritenute responsabili di aver sequestrato un minore per debiti di droga e chiesto il riscatto alla madre. I fatti risalgono a febbraio scorso nel Comune di Santa Marinella, i giudici hanno riconosciuto agli indagati un comportamento tipico dei narcotrafficanti professionisti.
A cura di Alessia Rabbai

Avevano sequestrato un minore che doveva pagargli un debito di droga, poi, avevano mandato una foto a sua madre chiedendole in cambio del figlio un riscatto di seimila euro. I fatti risalgono alla notte tra il 22 e il 23 febbraio scorso e sono avvenuti nel Comune di Santa Marinella, sul litorale romano. La donna, preoccupata perché il ragazzo non rientrava a casa né rispondeva il telefono, si era subito rivolta ai poliziotti che in poche ore sono riusciti a organizzare lo scambio di denaro fra i sequestratori e la madre della vittima, arrestando i rapitori e liberando il giovane.

Il giudice, ravvedendo negli indagati un comportamento tipico dei narcotrafficanti professionisti, ha riconosciuto la gravità dei fatti ritenendo attuale la pericolosità dei soggetti. Quattro persone sono state arrestate dagli agenti della Polizia del commissariato di Civitavecchia in esecuzione di un'ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa, su richiesta della Direzione Distrettuale Antimafia, dal Gip del Tribunale di Roma.

Si tratta di S.M. e B.M. che sono stati raggiunti dal provvedimento negli istituti penitenziari dove sono attualmente detenuti, mentre per P.A. e C.E., il provvedimento è stato notificato presso le abitazioni in quanto erano sottoposti alla misura degli arresti domiciliari. Il gip ha riconosciuto l'associazione a delinquere nel sequestro di persona a scopo di estorsione del minorenne.

Rapisce il padre dall'ospedale e chiede riscatto alla madre:
Rapisce il padre dall'ospedale e chiede riscatto alla madre: "Dammi i soldi o non lo vedi più"
La madre del killer che ha ucciso tre donne a Prati:
La madre del killer che ha ucciso tre donne a Prati: "Era pieno di sangue, la droga l'ha rovinato"
Piantedosi:
Piantedosi: "No a lezioni da altri su contrasto a traffico migranti"
776.933 di Peppe Pace
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni