Foto di repertorio
in foto: Foto di repertorio

Le aziende sanitarie del Lazio potranno utilizzare la graduatoria dell'Azienda Sant'Andrea per il ruolo di infermieri. Ci sono 258 vincitori del concorso e 782 idonei. Il sistema sanitario regionale, quindi, potrà contare su 1.040 infermieri, i vincitori e anche gli idonei. La graduatoria resterà in vigore per i prossimi tre anni e servirà a soddisfare il fabbisogno di tutte le strutture del Lazio. "Stiamo parlando di una delle più grandi procedure concorsuali in Italia per infermieri ed è un intervento che rientra nelle nuove politiche delle risorse umane nella nostra Regione che ha visto nell’ultimo anno la stipula di 2.869 nuovi contratti a tempo indeterminato. Per la prima volta nel Lazio il numero dei nuovi contratti a tempo indeterminato supera il numero dei cessati per pensionamenti", spiega in una nota l’Assessore alla Sanità e l’Integrazione Sociosanitaria della Regione Lazio, Alessio D’Amato.

In arrivo i nuovi infermieri

Informa l'assessorato regionale alla Sanità che sono state autorizzate 244 unità infermieristiche per la città di Roma, 99 unità per la provincia di Roma, 68 unità per la provincia di Viterbo, 90 unità per la provincia di Rieti, 131 unità per la provincia di Latina, 57 unità per la provincia di Frosinone, 100 unità per l’A.O. San Camillo, 62 unità per l’ospedale San Giovanni, 22 unità per il Policlinico Umberto I, 30 unità per l’IFO – Istituto Tumori Regina Elena,  21 unità per il Sant’Andrea, 46 unità per il Policlinico di Tor Vergata,  50 unità per l’Ares 118 e 20 unità per l’INMI Spallanzani.