Incidente in motorino – foto di repertorio (La Presse)
in foto: Incidente in motorino – foto di repertorio (La Presse)

È stato arrestato il pirata della strada che domenica scorsa 12 maggio ha travolto ferendolo gravemente un ragazzo di 14 anni a San Cesareo, vicino Zagarolo, in provincia di Roma. L'uomo, un 28enne di Palestrina, è finito agli arresti domiciliari e dovrà rispondere alle accuse di lesioni personali colpose e fuga a seguito di incidente stradale. Sulle sue tracce si erano messi i carabinieri del Comando Stazione di San Cesareo, che lo hanno trovato dopo poche ore, grazie ad una scia di gasolio di circa tre chilometri lasciata sull'asfalto dall'auto rimasta danneggiata nell'impatto con lo scooter a bordo del quale viaggiava il 14enne. I militari dell'Arma lo hanno bloccato mentre scendeva dalla macchina per entrare a casa. A seguito degli accertamenti di rito, il 28enne è risultato positivo ai test per il rilevamento di alcol e droga, ciò significa che mentre era al volante aveva bevuto e si trovava sotto effetto di sostanze stupefacenti.

Auto travolge scooter: grave un 14enne

I fatti risalgono a ieri mattina, quando l'adolescente era a bordo del suo scooter e stava percorrendo via Filippo Corridoni. Improvvisamente il 28enne alla guida di una Mercedes classe A lo ha urtato facendolo cadere per poi scappare senza fermarsi a prestare soccorso. A dare l'allarme i passanti, che hanno assistito all'incidente e che hanno chiesto l'intervento di un'ambulanza, preoccupati per le sue condizioni di salute che sono parse fin da subito molto gravi. Sul posto, ricevuta la chiamata d'emergenza, è intervenuto il personale sanitario del 118, che lo ha trasportato all'ospedale di Palestrina. Arrivato nel nosocomio, il ragazzo è stato affidato alle cure dei medici che constatando le sue gravi condizioni, hanno deciso per il trasferimento a Roma e il ragazzo è stato portato all'ospedale Bambin Gesù, dove ha ricevuto le cure necessarie al caso. Al momento si trova ricoverato in prognosi riservata.